Entrata sbarra campo gara di Peschiera del Garda

Una bella giornata sul Mincio

E’ da un po’ che manca dalle mie sessioni di pesca il Mincio a Peschiera.
Quindi ci organizziamo e raggiungiamo lo spot in questione. Il Gianfry è indeciso sulla tecnica da utilizzare, mentre io so già come affrontare oggi lo spot:  ledgering  light e bolognese in caso estremo.
Cerchiamo un posticino dove piazzarci ma è difficile scegliere per tanti dubbi che abbiamo. Alla fine troviamo un posticino e ci prepariamo.
Il Gianfry è in cerca di Big e quindi vuole affrontare lo spot con ledgering heavy a method e mais accompagnata della fantastica pastura carpa-tinca della Pan.
Io invece vado con la Daiwa tournament advanced feeder,  montatura paternosterpasturatore blackcap  da 40g che mi fa stare in pesca perfettamente e in terminale un bel 70 cm del 16 in fluorocarbon con amo del 14 della drennan. Sono un po grosso come amo e terminale, ma preferisco stare grosso per non spaccare. Se non avessi visto mangiate sarei sceso, ma così non è stato.
Per me preparo la pastura scardola-cavedano speciale peschiera sempre della Pan e dopo aver fatto un bel fondo parto.
Il problema è l’erba che caratterizza il Mincio, uno schifo. Bisogna pescare nel sottoriva, altrimenti si rischia di combattere e recuperare quintali di erbacce.
Innesco 3 bigattini a bandiera e via…
E’ una bella lotta con i furbi pesci che spesso ripuliscono l’amo e succhiano i cagnotti, ma le catture arrivano e per tutta la giornata.
Belle e cattivissime scardole, carassi combattivi, famelici persici, cavedani e gli immancabili pesci sole. Niente di Big ma una giornata così non l’avevo mai vista, tante catture!
Posto solo una cattura delle tante 🙂

Mdn75 con scardola del Mincio

E il Gianfry tranquillo nella sua postazione spara i suoi method sempre nello stesso punto, vede qualche toccatina, ma nulla di particolare fino a quando in un momento di relax impegnato con una bottiglietta d’acqua sente la canna piegarsi e quasi arrivare in acqua.
Ed il Gianfry c’è!
Lo vediamo in difficoltà. Io e la morosa lasciamo tutto per correre in suo aiuto. La faccenda è grossa!
Ci dividiamo i compiti e mentre la morosa prende e prepara il materassino e la sacca di pesa io vado a prendere il guadino ma che non userò perchè troppo piccolo.
Abbiamo un problema!!! E’ troppo grosso per il guadino e c’è poco da fare…
Entro in acqua e con molta calma riusciamo a portarlo sul materassino. Slamatura veloce, senza nessun danno al pesce grazie anche all’uso dell’amo senza ardiglione e ci prepariamo per le foto.
Aiuterò il Gianfry ad alzare il pescetto perchè le sue ginocchia lo tradiscono e perchè ha una brutta infezione a una gamba causata a un presunto insetto si pensa di Fara
Ecco il capolavoro..

Carpa presa nel Mincio dal Gianfry

Il Buona Pesca dei signori che sono rimasti a guardarci fino a poco prima è stato di buon auspicio.
Alla bilancia la carpa risulta di un bel 12,100 kg.
Compimenti al Gianfry!!!